Archivio mensile:ottobre 2016

Ordinanza Ministeriale 21 maggio 2001, n. 90

Art.24
Esami integrativi

1. Gli alunni ed i candidati promossi in sede di scrutinio finale o di esami di idoneità a classi di istituti di istruzione secondaria superiore possono sostenere, in un’apposita sessione speciale e con le modalità di cui ai precedenti articoli, esami integrativi per classi corrispondenti di scuola di diverso ordine, tipo o indirizzo su materie o parti di materie non comprese nei programmi del corso di studio di provenienza. Detta sessione deve avere termine prima dell’inizio delle lezioni dell’anno scolastico successivo.

2. Gli alunni che non hanno conseguito la promozione o l’idoneità alle classi suindicate possono sostenere in scuole di diverso ordine, tipo o indirizzo, esami integrativi soltanto per classe corrispondente a quella frequentata con esito negativo; analogamente i candidati esterni che non hanno conseguito l’idoneità possono sostenere gli esami integrativi soltanto per classe corrispondente a quella cui dà accesso il titolo di studio posseduto.

3. A norma dell’art.5 del decreto del Presidente della Repubblica n.323/1999, gli alunni promossi al termine del primo anno, che chiedono di essere iscritti alla seconda classe di altro indirizzo di studi, non sostengono le prove integrative di cui all’art.192 del decreto legislativo n.297/1994. L’iscrizione a tale classe avviene previo colloquio presso la scuola ricevente, diretto ad accertare gli eventuali debiti formativi, da colmarsi mediante specifici interventi da realizzarsi all’inizio dell’anno scolastico successivo.

4. L’ammissione agli esami integrativi previsti dai precedenti commi primo e secondo, per la frequenza di classi di istituto professionale, è limitata ai corsi di qualifica e prescinde dal requisito dell’attività lavorativa.

5. Gli alunni dei licei artistici e degli istituti d’arte, che intendano passare da una sezione all’altra, sostengono prove integrative su materie o parti di materie non comprese nei programmi della sezione di provenienza.

6. I candidati in possesso di diploma di qualifica o di promozione a una classe intermedia di un corso di qualifica possono proseguire gli studi in altro corso di qualifica, previ esami integrativi su materie o parti di materie non seguite nel corso di provenienza.

Annunci

Risposta MIUR

In riferimento al quesito posto dal TavoloGenitoriASVa (Senza PASSERELLA che Buona Scuola sarà?) per il PASSAGGIO AD ALTRI INDIRIZZI DI STUDIO IN CORSO D’ANNO in conseguenza della riforma della Buona Scuola, a seguire la risposta Ufficale dell’Ufficio MIUR delegato:

rispostamiur

Convocazione Assemblea Plenaria ASVa

Si comunica che  il giorno 19 ottobre 2016 alle ore 21.00, in prima convocazione, e giovedì 20 ottobre 2016, dalle 10.30 alle 12.30 in seconda convocazione, è convocata l’assemblea generale dell’ ASVA c/o la S.S. di 1° grado “Pellico” Via A. Appiani 15, Varese per discutere il seguente  odg:

 

Comunicazioni

  1. Lettura e approvazione verbale seduta precedente
  2. Nuove Adesioni ASVA 
  3. Progetto “Educazione sociale ed emotiva”: aggiornamenti
  4.  Situazione contabile e quota associativa 2016 e 2017: 
  5. Programma tavoli di lavoro: previsione 2016-17 
  6. Esito corsi Italiascuola e fabbisogni anno 2017
  7. Esito convegno del decennale

Comunicazioni

Cordiali saluti

Il presidente

Dr Claudio Lesica

Convegno del decennale ASVa

Sabato 01 ottobre si è svolto, presso l’ aula magna del Liceo Artistico Statale Paolo Candiani /Liceo Musicale Coreutico Pina Bausch di Busto Arsizio, il Convegno organizzato dalla nostra Associazione in occasione del decennale dalla sua fondazione.
asva1

 

È stata una grande occasione per ascoltare gli alunni del Liceo Musicale che hanno emozionato i presenti suonando per loro alcuni brani musicali, e per poter visionare le mostre fotografiche “Autoritratti “ e “Busto, città svelata” , allestite dagli alunni del Liceo Artistico, che si sono rivelate una piacevole sorpresa.

asva2

 

La parte centrale del Convegno è stata occupata dall’intervento di Emanuele Maria Sacchi, esperto internazionale di comunicazione e di motivazione. Due ore in cui il relatore ha sottolineato l’importanza del linguaggio comunicativo, in particolare nella nostra professione, dimostrando quanto una comunicazione errata possa creare malintesi, incomprensioni e conflitti nelle relazioni interpersonali. Tutti i presenti sono stati invitati a ripensare alla propria vita personale e professionale, e alle opportunità di riuscita determinate da un approccio positivo alla realtà, anche attraverso l’uso consapevole del linguaggio. È stato un incontro interessante e stimolante per tutti. I partecipanti hanno espresso la loro piena soddisfazione, auspicando che l’intervento si possa un giorno ripetere, per dare l’opportunità a chi non ha potuto essere presente, di partecipare.

asva3Un doveroso ringraziamento va al Dirigente Scolastico del Liceo Artistico e musicale coreutico Candiani/Bausch, Andrea Monteduro, che ci ha ospitato e dato la possibilità di ascoltare le esibizioni musicali e di ammirare le mostre allestite da alunni e docenti del Liceo.

Il Presidente
Claudio Lesica